Castagnole con la ricotta dell’altopiano di Asiago

20150217_183248

Siamo in vacanza, abbiamo la ricotta buona buona di montagna, è l’ultimo di Carnevale… possiamo prepararci un’ottima merenda!!!

Ingredienti

300 g di farina

200 g di ricotta

80 g di zucchero

1 limone

1 cucchiaino di lievito per dolci

1 pizzico di sale

3 uova

Mescolate la farina, lo zucchero, il sale, il lievito e, uno alla volta, le uova. Unite la buccia del limone grattugiata e la ricotta.

20150217_181735

Se necessario aggiungete della farina per ottenere un impasto che non appiccica le dita. Formate dei rotolini di pasta, tagliateli della misura di circa 2 cm, quindi formate tante palline, poco più piccole di una noce.

20150217_181806

20150217_181905

Friggete le castagnole in olio già caldo, girandole per farle dorare.

20150217_181726

Fatele asciugare su carta da cucina e rotolate nello zucchero semolato  (o spolverizzate con zucchero a velo).

Dentro rimangono morbide e fuori sono friabili … provare per credere!

20150217_183443

Galàni della nonna (o cròstoli ?) … di chiacchiere trattasi!

image

Crescere in campagna al confine tra due province del Veneto ti lascia in eredità dubbi bizzarri sul nome “corretto” (ovviamente in dialetto) dei cibi più tradizionali, così come succede per gli oggetti di uso quotidiano, gli stati d’animo e … le esclamazioni!!

A Carnevale, tanto per fare un esempio, la mia mamma é sempre stata insuperabile nella preparazione dei “galani” (per lei che é veronese) ma oggi ho provato la sua ricetta per fare i “crostoli” con le mie bimbe … vicentine. Chiamali come vuoi, sono venuti proprio bene e ci siamo divertite un sacco, anzi un cesto!, con tanto di complimenti da parte della nonna.

image

Ingredienti (per iniziare, da raddoppiare o triplicare a seconda del tempo a disposizione)

– 1 uovo

– 400 g di farina

– 3 cucchiai di zucchero colmi

– 1 bicchierino di grappa

– 1 bicchiere di latte

– 50 g di burro fuso

– 1 bustina di vanillina (facoltativa)

– 1 pizzico di sale

– il succo di mezzo limone

– 3/4 di bustina di lievito in polvere

Sbattete l’uovo con lo zucchero, quindi aggiungete il sale, la grappa, il latte, il burro, il limone e un po’ alla volta, la farina, la vanillina e il lievito setacciati.

image

Aggiungete farina fino ad ottenere un impasto compatto e che non appiccica, che lascerete riposare coperto per una mezz’oretta.

Nel frattempo preparate la macchina per fare la sfoglia, liberate il tavolo e pianificate il lavoro di gruppo perché si inizia a fare le strisce (senza le mie bimbe non ce l’avrei mai fatta!).

image

Dividete l’impasto in piccole palline e stendetelo ripassandolo più volte, fino ad ottenere una sfoglia sottile (più sottile é, più il galano é friabile).

image

Tagliate la sfoglia con la rondella per formare dei rettangoli che andrete a friggere in olio caldissimo (170 gradi circa), girandoli una volta.

image

image

Scolateli dall’olio e fateli asciugare su della carta da cucina. Quando i galani sono freddi spolverizzate con dello zucchero a velo.

Si conservano al fresco per una settimana, diventando ancora più buoni, secondo me, dopo un paio di giorni… confesso che da bambina li andavo a “rubacchiare” dove li parcheggiava mia mamma e mi ricordo bene il profumo di fritto dolce che mi accoglieva non appena aprivo la porta.

Buon Carnevale

image

Bomboloni di Carnevale

image

I bomboloni sono buoni tutto l’anno, ma a Carnevale abbiamo una scusa buona per friggere!

Ingredienti per circa 20 bomboloni

– 500 g di farina Manitoba

– 100 g di burro

– 100 g di zucchero

– 1 panetto di lievito di birra (25 g)

– la scorza grattuggiata di 1 limone

– 1 bustina di vanillina

– 280 ml di latte

– 1 litro di olio di semi per friggere

Ingredienti per la crema

– 2 uova (solo tuorli)

– 25 g di maizena (o farina)

– 50 g di zucchero

– 125 ml di latte

Sciogliete il lievito con poca acqua tiepida (io uso il robot ma si può fare a mano e poi usare una planetaria). Aggiungete la farina, lo zucchero e il burro fuso (nel microonde o bagnomaria), quindi la vanillina e la scorza di limone.

image

Mescolate il tutto, quindi aggiungete a filo il latte tiepido.

image

Trasferite l’impasto in una ciotola aiutandovi con una spatola.

Aggiungete un po’ di farina se necessario, per creare un panetto morbido e leggermente appiccicoso.

Coprite con un canovaccio e mettete a lievitare in forno con la luce accesa per  circa 2-3 ore, ovvero fino ad ottenere un volume almeno raddoppiato.

image

Ricomponete il panetto e stendete una sfoglia alta circa 2 centimetri. Ricavate dei dischi con un coppa pasta di circa 7-8 cm di diametro.

image

Poneteli a lievitare nuovamente adagiandoli in un foglio di carta da forno spolverato di farina, per circa un’ora.

image

Portate l’olio ad una temperatura di 170-175 gradi e friggete i bomboloni girandoli un paio di volte. Fate attenzione a non abbassare la temperatura dell’olio cuocendo troppi bomboloni alla volta.

image

Raccoglieteli con un mestolo forato e rigirateli in un piatto contenente dello zucchero semolato.

image

Sono buonissimi così, gustati ancora caldi, ma se volete completare l’opera, si possono farcire con marmellata, crema alla nocciola o, come ho fatto io, con della crema pasticcera fatta all’istante.

In un pentolino sbattete con un cucchiaio di legno i due tuorli con lo zucchero, quindi aggiungete la maizena (o farina) e mescolate bene.

image

Aggiungete il latte a filo e mettete sul fuoco, mescolando continuamente fino alla cottura.

image

Farcite i bomboloni con la crema, usando una sac à poche o, più semplicemente, tagliandoli a metà come un panino!

image

image

S Q U I S I T I !

Frittelle soffici con la ricotta

image

Ho deciso: il mio ingrediente preferito in cucina é la ricotta di montagna!

Preparatevi… abbiamo in programma di passare molto tempo nell’Altopiano di Asiago il prossimo mese e … sarò “costretta” a postare ricette a base di ricotta!

Oggi mi ha ispirato il Carnevale, e quindi frittelle a gogo!

Ingredienti per 1 piatto di frittelle (raddoppiate la dose se avete ospiti!)

– 250 g di ricotta (meglio se di montagna)

– 100 g di farina

– 1 bustina di lievito in polvere per dolci

– 2 uova

– 2 cucchiai di zucchero

– la buccia grattugiata di un limone

– 1 bustina di vanillina

– 1 pizzico di sale

– latte q.b.

– zucchero a velo

Lavorate la ricotta con le uova e lo zucchero.

image

Aggiungete la farina, la vanillina, il lievito, la buccia del limone e il pizzico di sale.

Se l’impasto sarà troppo liquido aggiungete farina, al contrario aggiungete latte se vi sembra troppo denso (dipende dalla consistenza della ricotta).

Lasciate riposare l’impasto mentre attendete che l’olio si scaldi alla temperatura ideale per friggere (170-175 gradi).

Aiutatevi con due cucchiai per raccogliere l’impasto e gettarlo nell’olio (la quantità di un cucchiaino).

image

Girate le frittelle mentre cuociono, raccoglietele appena si colorano e adagiatele in un foglio di carta assorbente.

image

Spolverizzatele con dello zucchero a velo e servite tiepide.