I Tirtlan pusteresi

image

Pensando con allegra nostalgia alle vacanze estive in Val Pusteria mi sono detta che era giunta l’ora di provare un’altra ricetta della loro tradizione: i tirtlan, focaccine saporite e divertitenti da preparare.

Le abbiamo assaggiate la prima volta in un posto incantevole, a Malga Fanes, un borgo alpino idilliaco, a 1.739 metri di altitudine, circondato da prati e montagne, lontano dal traffico e dalla vita frenetica. Le 35 capanne risalgono al Medioevo e tali e quali sono rimaste: ci sono abitazioni, stalle, fienili, posti di ristoro, un caseificio e persino una piccola cappella.

fane

A fine agosto si svolge la Festa del latte con musica, laboratori e giochi per bambini e pranzo all’aperto per degustare tutti i prodotti tipici dell’Alto Adige: un’esperienza unica!

Si sale a piedi in mezzo al bosco lungo il Sentiero del latte, una facile passeggiata di circa un’ora durante la quale si possono scoprire dettagli interessanti sull’allevamento delle mucche e la produzione dei formaggi altoatesini, facendo anche delle piccole esperienze.

IMG_4776

E una volta arrivati si respira un’aria di festa semplice ed autentica, condita dai profumi invitanti delle pietanze preparate nelle varie baite del piccolo borgo.

IMG_4793

Se passate dalle parti di Valles, vi consiglio davvero di fare una visitina… ci guadagnano tutti i sensi!

Nel frattempo, ecco la ricetta di uno dei piatti tipici della Val Pusteria.

Ingredienti per circa 10 tirtlan (diametro 14 cm):

– 200 g di farina di segale

– 200 g di farina bianca 00

– 1 uovo

– 1 cucchiaio di olio

– 30 g di burro fuso

– 450 g di patate

– 450 g di ricotta

– 1 cipolla

– un mazzetto di erba cipollina

– 1 litro di olio di semi per friggere

Lessate le patate.

Setacciate le farine, quindi aggiungete l’uovo, un pizzico di sale, l’olio e il burro fuso. Se l’impasto fosse troppo asciutto aggiungete un po’ di latte o acqua. Impastate energicamente e formate una palla che lascerete riposare coperta per circa 30 minuti.

image

Nel frattempo preparate il ripieno. Soffriggete la cipolla con un po’ di olio e acqua.

Passate al setaccio le patate, unite la ricotta e la cipolla, salate e pepate. Sminuzzate l’erba cipollina e aggiungetela secondo il vostro gusto.

image

Stendete la pasta, con l’aiuto di un matterello, abbastanza sottile e ricavate dei cerchi della grandezza di una scodella. Mettete l’olio a scaldare.

image

Adagiate del ripieno e bagnate con dell’acqua il bordo del cerchio, per sigillare la pasta con il secondo cerchio che sovrapporrete.

image

Chiudete bene i bordi.

image

Quando l’olio é ben caldo (intorno ai 180 gradi) friggete i tirtlan rigirandoli una volta.

image

Fateli asciugare su della carta da cucina e serviteli caldi, tiepidi o anche freddi….sentirete che bontà!

image

Annunci

2 pensieri su “I Tirtlan pusteresi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...