Frittelle di mele…con Strauben finale!

A Carnevale ogni fritto vale…e, per cambiare, oggi si friggono le mele! La ricetta è tipica tirolese, come quella della Strauben, la grande frittella che sembra un ricamo: fatta con la pastella avanzata, è uno sfizio in più che oggi ci si può concedere.

Ingredienti per circa 25 frittelle e una Strauben:
– 3 mele

– 2 uova

– 5 cucchiai di zucchero semolato

– 1 bicchiere abbondante di latte

– 200 g di farina bianca

– mezza bustina di lievito

– 1 cucchiaino di cannella in polvere

– 2 cucchiai di cherry (o brandy)

– 1 limone

– zucchero a velo

– 1 litro di olio di semi di arachidi per friggere.

Preparate per prima cosa la pastella: mescolate le uova con 4 cucchiai di zucchero, poi aggiungete il latte, lo cherry, la cannella e la farina setacciata con il lievito. Amalgamate bene per evitare grumi, e lasciate riposare per almeno mezz’ora.

Nel frattempo preparate le mele: sbucciatele, togliete il torsolo e fate delle fette dello spessore di circa mezzo centimetro. Irroratele con il succo di limone e un cucchiaio di zucchero.

Quando l’olio è pronto, immergete le fette di  mela nella pastella e tuffatele per la frittura.

Vanno girate una volta e cotte fino a diventare dorate. Ora non resta che farle asciugare su un piatto con della carta assorbente e cospargerle di zucchero a velo.

Con la pastella avanzata (circa un mestolo) si può fare una Strauben, utilizzando un imbuto. L’olio è già caldo: trasferite la pastella nell’imbuto chiudendone l’estremità con un dito. Posizionatevi sopra la padella, quindi lasciate andare l’impasto disegnando velocemente dei cerchi concentrici e che si accavallano. Girate la frittella una volta e servitela con un po’ di marmellata di fragole o frutti di bosco.

Cesto di frutta…estiva!

State pensando al pranzo di Ferragosto? Ecco l’idea per servire una fresca macedonia in modo simpatico e colorato!

Ingredienti:

– anguria media (circa 10 kg)

– fragole

– mirtilli neri

– melone

– foglie di menta selvatica

– uva 

La preparazione è semplicissima, riservatevi solo un po’ di tempo per “studiare” il taglio nel modo corretto. Come sempre accade in cucina, coinvolgendo i piccoli diventa un gioco di creatività di cui poi loro vanno molto fieri!

Livellate il fondo dell’anguria tagliandone un po’ di scorza.

Tagliate nella parte superiore due quarti di anguria lasciando una bella fetta centrale.

Scavate l’interno con un cucchiaio e rifinite i bordi incidendo con un piccolo coltellino.
Ora non resta che fare a pezzettoni l’anguria e il melone e aggiungere tutta la frutta.

Ricoprite con della pellicola e riponete in frigorifero fino al momento di servire.

Le foglie di menta daranno un tocco di freschezza e aiuteranno a conservare la frutta, senza dover aggiungere limone o zucchero.

Buon Ferragosto!

Bignè panna e cioccolato fondente

IMG_3033.JPG

Stavolta la presentazione del piatto l’ha scelta Vittoria: è tempo di Masterchef, e anche le mie bimbe si sentono coinvolte nella sfida!

La mia “prova” sono stati invece i bignè: divertente la preparazione, curioso vederli in forno crescere all’improvviso e poi… difficile resistere alla tentazione dell’uno-tira-l’altro!

Eccovi la ricetta e qualche consiglio.

Ingredienti per circa 50 bignè (basta dimezzare le dosi se non avete ospiti):

  • 100 g di burro
  • 150 g di farina (con proteine al max 10% – leggete l’etichetta)
  • 4 uova medie (220 g)
  • 125 g di acqua
  • 125 g di latte intero
  • mezzo cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • per farcire: 400 ml d panna da montare, 100 g di cioccolato fondente

La caratteristica della pasta choux è che viene cotta due volte: prima in padella, poi in forno. Per la prima cottura, mescolate in una casseruola, latte, acqua, sale, zucchero e il burro a pezzetti. Mettete a cuocere.

IMG_3015.JPG

Quando inizia a bollire togliete dal fuoco e aggiungete velocemente tutta la farina setacciata. Amalgamate e rimettete sul fuoco per qualche minuto, finchè l’impasto si staccherà dalle pareti e inizierà a “sfrigolare”.

Trasferite l’impasto nella planetaria con il ventaglio e mescolate per farlo raffreddare, quindi aggiungete le uova una alla volta, aspettando che siano ben incorporate prima di aggiungere la successiva. Il composto finale sarà liscio, omogeneo e piuttosto sodo.

IMG_3019.JPG

Inserite l’impasto in una sac a poche e formate dei ciuffi di pasta – più o meno grandi come una noce. Appiattiteli con un pennello imbevuto d’acqua e infornate.

La cottura è importantissima: il forno deve essere già caldo a 220 gradi perchè i bignè necessitano di una “spinta” iniziale per crescere. Dopo 15 minuti abbassate la temperatura a 180 gradi e proseguite la cottura per altri 20 minuti, senza mai aprire il forno. Soltanto  a fine cottura aprite e fate asciugare lasciandoli all’interno del forno.

Se preparate più teglie, cuocetene una alla volta per non compromettere tutto (a me è successo di doverli proprio buttare!).

Quando sono freddi, farciteli con ciò che più vi piace.

Per la nostra versione “semplice ma decisa” ho montato a neve la panna con 2 cucchiai di zucchero a velo, mentre per la glassa ho sciolto a bagnomaria 100 g di cioccolato fondente che poi ho trasferito sui bignè con un cucchiaino.

Poi, come dicevamo, siamo passati alla presentazione…

IMG_3031.JPG

Cestini di meringhe

IMG_2959

Uno scrigno di meringa, della morbida crema pasticcera e la giusta asprezza dei frutti di bosco profumati di menta… il tutto, anche bello da vedere!

Servito con due forchettine lo immagino un dessert molto romantico!

IMG_2957

Ingredienti per 8 cestini

Per le meringhe:

  • 4 albumi di uova a temperatura ambiente
  • un pizzico di sale
  • 250 g di zucchero semolato
  • un cucchiaio di succo di limone

Per la farcitura:

  • 4 tuorli
  • 250 ml di latte
  • 75 g di zucchero
  • 20 g di maizena (amido di mais)
  • 1 cucchiaino di succo di limone
  • frutti di bosco e foglie di menta
  • zucchero a velo

Le meringhe vanno preparate per tempo, dato che non devono essere cotte ma solo asciugate, per rimanere chiare e lucide.

Separate bene gli albumi dai tuorli e iniziate a montarli nella planetaria o con una frusta elettrica, a velocità alta. Aggiungete lo zucchero a cucchiaiate e, dopo circa 10 minuti, quando la meringa sarà solida e cremosa, il succo di limone.

IMG_2944

In un foglio di carta da forno disegnate dei cerchi di circa 9 cm di diametro e girate il foglio. Con una sac à poche create i cestini, riempendo di meringa il fondo e poi i bordi per almeno 3 cm in altezza.

Dovreste avanzare un po’ di impasto per creare delle meringhette da usare poi come decorazioni (e per accontentare i bimbi che gironzolano curiosi…).

Infornate a 90 gradi per almeno 4 ore. Se vedete dell’umidità dentro al forno aprite ed asciugate.. l’umidità è nemica della meringa!

Mentre aspettate potete preparare la crema pasticcera.

Montate i tuorli d’uovo con lo zucchero finchè diventano spumosi, quindi aggiungete l’amido di mais.

IMG_2947.JPG

Scaldate il latte in un pentolino e togliete dal fuoco non appena accenna a bollire. Versate il composto di uova e zucchero senza mescolare e rimettete sul fuoco fino a quando il latte, bollendo, tenderà a ricoprire le uova.

IMG_2948.JPG

Spegnete il fuoco e mescolate velocemente con una frusta: in pochi secondi avrete la vostra crema densa e morbida, alla quale potete aggiungere il limone, sempre mescolando.

IMG_2949.JPG

Trasferite la crema in una ciotola affinchè si raffreddi.

Quando le meringhe saranno cotte e raffreddate, iniziate a comporre i cestini, con uno strato di crema pasticcera, la frutta e le meringhette, qualche fogliolina di menta e una spolverata finale di zucchero a velo.

IMG_2956.JPG

IMG_2958

 

Meringhe … che bontà!

image

Ora che ho scoperto quanto facile sia fare le meringhe, “ogni albume é buono” …

Imposto  il timer del forno prima di andare a dormire e al mattino sono bell’e pronte!

Ingredienti

– 4 albumi

– un pizzico di sale

– 250 g di zucchero semolato

– un cucchiaio di succo di limone.

Separate bene gli albumi dai tuorli (le uova devono essere a temperatura ambiente).

Aggiungete un pizzico di sale agli albumi e iniziate a montarli nella planetaria a velocità alta. Dopo qualche secondo aggiungete a cucchiaiate lo zucchero.

image

Dopo circa 10/15 minuti, quando la meringa sarà cremosa e solida al punto giusto, aggiungete il limone e non appena sarà incorporato, spegnete.

A questo punto potete usare la vostra fantasia, creando le forme che più vi piacciono. Per me sono molto eleganti le meringhe create con semplici cucchiaiate, ma si può usare la sac a poche ed eventualmente aggiungere del colorante alimentare.

image

Ora non resta che farle asciugare, a 90 gradi in forno per 4 ore.

image

Sono buone anche così, ma se le unite due a due con della panna montata… Beh…

image

Pavlova con fragole e margherite … bentornata primavera!

20160522_115617.jpg

Ecco un dolce tanto bello quanto buono, che ha tutto quello che si può volere per rallegrare il palato (per i miei gusti!): la cremosità della panna che affonda nella croccantezza della meringa, l’asprezza della frutta che contrasta con la dolcezza dello zucchero e il tocco di Primavera dato dalle margheritine!

Inoltre è anche facile da fare e basta variare la frutta per avere sempre una torta diversa.

Certo è necessario avere una planetaria per montare bene gli albumi e un po’ di ore a disposizione per far asciugare la meringa. Da oggi non butterò più gli albumi avanzati!

Ingredienti

– 4 albumi

– 220 g di zucchero

– 1 cucchiaio di amido di mais

– 1 cucchiaio di succo di limone

– 500 g di fragole (o altra frutta a piacere)

– 500 ml di panna da montare

– fiori per decorare o foglie di menta

Per ottenere un’ottima meringa é fondamentale separare bene gli albumi dai tuorli (uova a temperatura ambiente).

Iniziate a lavorare i tuorli nella planetaria a velocità elevata, aggiungendo lo zucchero a cucchiaiate.

Quando il composto inizierà ad essere denso aggiungete l’amido di mais e il limone filtrato.

La consistenza finale deve essere tale che alzando la frusta la meringa disegnerà il classico “becco”.

image

 

Disegnate un cerchio su un foglio di carta da forno quindi sul retro adagiate la meringa facendo un piccolo incavo al centro.

image

Fate asciugare in forno a 90 gradi per circa 4 ore. Il risultato sarà una meringa bianca e lucida.

image

 

Fate raffreddare completamente e, poco prima di servire, farcite con la panna montata, la frutta e i fiori.20160522_115541.jpg

 

Bentornata primavera! Slurp!

Torta mimosa con gocce di cioccolato

image

F E S T E G G I A M O C I !

Almeno una volta l’anno, prendiamo del tempo tutto per noi, scegliamoci un regalo, facciamo un viaggio con le amiche, lasciamoci coccolare e sorridiamo alla vita che ci ha voluto donne!!

E per festeggiare a tavola, prepariamo questa bellissima e tenerissima torta.

image

Ingredienti

Per il pan di Spagna:

– 200 g di farina

– 200 g di zucchero

– 6 uova

Per farcire:

– 200 ml di latte

– 600 ml di panna fresca da montare

– 4 tuorli

– 75 g di zucchero

– 20 g di maizena (amido di mais)

– una tazzina di succo d’arancia

– una manciata di gocce di cioccolato

Per prima cosa ci dedichiamo al pan di Spagna: volendo anticipare un po’ la preparazione lo si può fare la sera prima.

Sbattete le uova con lo zucchero e mettetele in un pentolino: accendete il fuoco e scaldate mescolando fino ad arrivare alla temperatura di 45 gradi.

image

Trasferite quindi in una planetaria e montate a velocità media per qualche minuto, fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Questa fase é importante perché il Pan di Spagna crescerà grazie all’aria incorporata.

image

Aggiungete la farina setacciata delicatamente per non far smontare il composto.

Distribuite su una tortiera imburrata e infarinata e cuocete in forno statico per 40 minuti a 180 gradi, senza mai aprire per evitare che si sgonfi.

image

Lasciatelo raffreddare e nel frattempo dedicatevi alla farcitura.

Per preparare la crema pasticcera senza farina, montate i tuorli d’uovo con lo zucchero; quando diventano spumosi aggiungete l’amido di mais.

Scaldate in un pentolino il latte e 50 ml di panna fresca e togliete dal fuoco non appena accenna a bollire. Versate le uova senza mescolare e rimettete sul fuoco, fino a quando il latte, bollendo, tenderà a ricoprire il composto di uova e zucchero.

image

A quel punto mescolate velocemente con una frusta e in pochi secondi otterrete una crema densa e morbida.

image

Trasferite la crema in un contenitore perché si raffreddi e nel frattempo montate la panna rimanente.

image

Amalgamate la panna alla crema, tenendo da parte una decina di cucchiai.

Aggiungete le gocce di cioccolato (o dei pezzetti di frutta a piacere).

image

Tagliate il pan di Spagna in 4 dischi con l’apposito utensile dotato di filo.

image

Utilizzate un disco intermedio per ricavare tanti piccoli cubetti che decoreranno la torta ricordando i fiori di mimosa.

image

Bagnate il primo disco con del succo d’arancia (io non uso liquori perché non sono graditi ai bambini), ricoprite con della panna montata e quindi con uno strato di crema.

image

image

Ricoprite con il secondo disco e procedete allo stesso modo di prima, esaurendo la panna montata e utilizzando un terzo della crema.

Terminate con il terzo disco che ricoprirete con la crema rimasta, anche nei bordi.

image

Adagiate i cubetti di pan di Spagna e spolverizzate con dello zucchero a velo. Lasciate riposare in frigorifero per almeno un paio d’ore.

image